Premiazione del Festival Anteprima89 – Edizione 2012 – “Antidoti”

Premiazione e ringraziamenti

I vincitori del Premio “Festival Anteprima89 – Edizione 2012 ANTIDOTI”

SEZIONE TEATRO (giuria del Festival)

Per quanto riguarda la sezione teatro del festival, la giuria ha riscontrato un livello qualitativo degli spettacoli alto e in crescita rispetto alle edizioni precedenti, ciò è stato possibile grazie anche alla ampia diffusione che è stata data al bando che ha portato a ricevere oltre 80 candidature provenienti da tutta Italia, testimonianza di una vitalità delle compagnie teatrali, nonostante il momento poco favorevole che attraversa lo spettacolo dal vivo.

In tutti gli spettacoli visti la giuria ha apprezzato un’ alta professionalità e convincenti interpretazioni degli attori e delle attrici. Altrettanto in tutte le opere è stata osservata una forte attinenza dei contenuti rispetto al tema del festival, ogni spettacolo visto ha contribuito significativamente alla riflessione lanciata dal festival, ogni spettacolo ha portato alla luce “antidoti”. E per questo ringraziamo tutte le compagnie che hanno partecipato. La scelta di un vincitore è stata dunque complessa, dal momento che tutti gli spettacoli sono stati apprezzati e per ragioni diverse, meritevoli. Tuttavia, in un concorso occorre scegliere pertanto la giuria decreta vincitori ad ex-aequo del “Premio Festival Anteprima 89 – edizione 2012″ due compagnie, e precisamente:

– Per aver raccontato con grande intensità interpretativa una vicenda umana toccante, immersa nella stagione del buio della ragione umana, in sottile equilibrio tra i temi della pazzia individuale e della follia di massa, con stile essenziale e al tempo stesso ricercato, la compagnia TEATRO FORSENNATO con lo spettacolo “Gli ebrei sono matti”

– Per aver affrontato con coraggio tematiche attuali ed urgenti quali il disagio della precarietà giovanile, per aver cercato frammenti di autenticità ed averli restituiti al pubblico con la freschezza interpretativa di giovani attori che parlano della propria generazione, la compagnia LA BALLATA DEI LENNA con lo spettacolo “La Protesta”

SEZIONE FOTOGRAFIA (giuria del pubblico):

Abbiamo chiesto attraverso il bando alle persone, agli artisti, ai fotografi di mandare un’immagine  che rappresentasse un antidoto, un punto di vista, uno sguardo sul tema secondo le declinazioni suggerite nel bando stesso.

Il pubblico del festival è stato la giuria degli scatti esposti, chiamato a scegliere l’antidoto in cui si ritrovava maggiormente ed ha deciso col maggior numero di voti di premiare la fotografia di GIANFRANCO BEFFUMO, intitolata “antifurto verticale“. Una bicicletta legata ad un palo al contrario contro la forza di gravità, sullo sfondo graffiti urbani collocano lo scatto inequivocabilmente nella città di Milano, in bianco e nero. Diversi simboli possono essere riconosciuti in questo scatto, innanzitutto il mezzo bicicletta rappresenta un modo di vivere la città, un ritmo contrastante già di per sé antidoto ai veleni chimici, acustici, ed ai veleni che il ritmo frenetico urbano impone. La posizione verticale inusuale è simbolo di opposizione all’ordine costituito, all’abitudine, alla “normalità”, possiamo vedere in questa scelta un pensiero laterale, differente, un antidoto all’omologazione.

RINGRAZIAMENTI

Desideriamo ringraziare per aver partecipato al Festival gli ospiti di “antidoti d’autore”: Rossella Miccio, Moni Ovadia, Saverio Tommasi, Walter Leonardi, Ivan Tresoldi e Don Gino Rigoldi e gli ospiti degli incontri Gianni Pezzani, a cui va un ringraziamento speciale anche per aver esposto le sue fotografie, Domenico Scarpino, Giulia Maraviglia, Giovanni Covini, Art Kitchen, Déclic, Sintetico, e Curvy Can: Mjriam Bon, Marina Ferrari e Aja Barzdina. La loro presenza e i loro contributi hanno dato al festival una profondità di indagine che ci rende orgogliosi di avere investito le nostre energie in questo progetto. Ciascuno di loro ha portato all’attenzione di tutti parole e concetti che uniti alle immagini, alle storie, e ai corpi vivi degli attori e delle attrici che in questi giorni si sono susseguiti sul palco di Spazio Teatro 89 hanno segnato un percorso di assoluto interesse, concluso  dal concerto di John De Leo e Fabrizio Tarroni che ringraziamo per l’eccezionale performance dal vivo. Ringraziamo anche chi è intervenuto alla giornata del convegno, siamo certi che sia stato un passaggio importante e ci auguriamo che quanto discusso venga raccolto in prossime occasioni da chi lotta quotidianamente perché lo spettacolo dal vivo ottenga la necessaria attenzione delle istituzioni.

Ringraziamo Boite, Shareradio ed Emergency (partner culturali), Luca Visciano e Simone Loda (staff tecnico), Mario Scaglione (fotografo ufficiale), Valentina Accinni (grafica e web design) e la Cooperativa Edificatrice Ferruccio Degradi senza il cui sostegno concreto questo festival non sarebbe stato possibile.

La direzione del Festival

Gianluca Di Lauro (teatro), Federica Parolini (arte visiva), Federico Ugliano (organizzazione)

Milano, 14 maggio 2012

Nella foto di Mario Scaglione: La ballata dei Lenna riceve il premio

La foto di Gianfranco Beffumo, premiata dalla giuria del pubblico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *